ESSERE ACQUA – La via del benessere interiore

L'anima e la mente, il corpo e lo spirito Aggiungi un commento
"Essere acqua" - olio su tela - 60x80

“Essere acqua” – olio su tela – 60×80        Gabriele Frigerio

“…Dimenticate il vostro ego. Lasciatelo come una pietra nel fiume. Voi siete l’Acqua che scorre fra le tante pietre. Voi accarezzate le pietre ma non vi fermate, non indugiate. Non attaccatevi troppo a ciò che è fermo. Cogliete lo spirito errante di ogni piccola essenza e fluite in essa come un lieve profumo che sale e si scioglie nell’infinito, lasciando solo la fragranza di un bianco pensiero…” (dal messaggio 84, 11 dicembre 2010 – “Lasciate la pietra per diventare acqua”)

Bisogna scendere alle radici dell’anima per ritrovare la Pace e la saggezza dei pensieri. L’Acqua è una maestra di vita che conduce nella giusta direzione, che rende sottili i nostri passi e libera le ali del cuore. Spesso nella nostra vita quotidiana simo oberati da pensieri pesanti che ci ancorano a terra, ci tolgono il respiro e ci lasciano le spalle doloranti. Il bisogno di leggerezza aleggia intorno a noi come un torrente celeste che ci richiama con la sua fluente melodia, invitandoci a seguirlo, ad immergerci nella sua acqua chiara, nelle sue trasparenze cristalline. In quegli istanti il nostro cuore pare liberarsi dai vincoli terreni, pare varcare la soglia di un altro mondo. Un mondo sottile dai colori luminosi che fluttuano in noi come aure di Saggezza e Conoscenza.

“Quanta Pace vi è alle noste radici…” e l’Acqua ci porta, ci conduce per mano in quei territori dove regna l’Armonia. Quando ci abbandoniamo a questo flusso che risale dall’interno risuonando nel petto, i cupi orizzonti che sembrano rinchiudere la nostra vita svaniscono in luogo di celi azzurri. L’avventura del vivere nella dimensione terrestre è un viaggio ricco di ostacoli da superare, di tranelli da riconoscere, di vette da raggiungere. Ogni istante che ci è donato è un gradino da risalire con fatica. Ma non sempre è facile individuare la giusta direzione perché molte sono le vie che si mostrano al nostro sguardo.  Come fare? Come comportarsi per imboccare la strada maestra?

Dobbiamo cominciare a pensare che il nostro essere non è un semlice corpo dotato di una mente intelligente e creativa, e che questa non basta a scoprire l’Immenso che noi siamo.  Dentro di noi, nelle profondità della nostra essenza, è raccolta la Saggezza della Conoscenza. Dentro di noi vi è uno scrigno di cristallo entro il quale è custodita, a nostra insaputa, la Chiave dell’Universo. Ed ecco che appare chiaro lo scopo delle nostra vita, della nostra esistenza su questo “piccolo-grande” pianeta verde azzurro: ritrovare nei solchi dei nostri passi l’armonia delle stelle, il dialogo del Sole con la Luna, del vento con la pioggia… perché in realtà noi lo siamo. Siamo vento e pioggia, sole e luna, ed il nostro cuore vibra esattamente come una stella. Cercare questa “chiave” è dunque la Via, la giusta direzione.

In ogni situazione in cui veniamo a trovarci, pur sovrastati da oscure nubi o da neri pensieri, sempre appare visibile un punto chiaro, un varco dove l’acqua scorre. Può essere un flebile pensiero d’amore, un lieve sorriso, uno sguardo intenso, una parola dettata dal cuore. Lì, in quel preciso punto dobbiamo indirizzare i nostri pensieri e lasciarveli fluire, poiché il cuore “sente” anche quando la mente appare nebbiosa. Ed è qui che occore gettarsi come “acqua che scorre”, “essere acqua”, sentirsi acqua chiara e fluente… Ogni ostacolo verrà allora superato e lasciato alle spalle, ed una forza nuova farà vibrare le corde del nostro corpo terreno. La mente ne verrà illuminata e chiara apparirà la “Direzione” che porterà pace, armonia e benessere nella nostra vita.

Un abbraccio d’Anima e di Cuore

Diventiamo pensieri.

Gabriele Frigerio

Lascia un messaggio

CMS: WordPress - Tema e Icone di N.Design Studio
Articoli RSS Commenti RSS Collegati