“Terra,terra… dov’è la mia terra?”

Terra, terra... dov'è la mia terra? Aggiungi un commento

pace_20x_20sempre“Siamo tutti “gocce” dello stessa acqua, viviamo tutti nel medesimo Oceano. Eppure vi sono “gocce” che pensano di essere migliori, di possedere la verità, e per questo creano distanze, diversità. Ma ciò non è poiché una sola è l’acqua… Il piccolo uomo non capisce, si divide, si fa la guerra, così l’acqua diviene a volte putrida, poiché viene contaminata dalle paure e dagli odi. Ma il grande Oceano la ripulisce. Siate dunque “goccia limpida” e diverrete Oceano…” (dal messaggio n. 121 “L’albero è davanti a voi”)

Immagini crude assalgono ogni giorno i nostri pensieri, guerre all’apparenza distanti scorrono sugli schermi, implacabili armamenti scuotono le terre sollevando nubi di fuoco che mostrano devastazioni intollerabili provocate dal “piccolo uomo”, e più che mai appare insensato il suo agire. Più che mai egli mostra il viso deturpato e deforme dell’odio e della paura. Ma quale oceano di turbolenza si cela nella sua mente? Quale scorcio di vita scorre nei suoi occhi sanguigni che paiono smarrirsi nelle lontananze, nelle divisioni, nelle illusioni che hanno pietrificato il suo cuore? E dov’è la sua “terra”? È forse un luogo per il quale combattere provocando morte e devastazione? È davvero questa la “terra promessa” del popolo ebraico? Perché tutto ciò deve portare il piccolo uomo all’annientamento dell’altro, all’uccisione indiscriminata di chiunque ostacoli la sua torbida sete di dominio e di possesso? Ma perché mai tutti gli Stati del mondo producono e possiedono armi di distruzione, e fino a quando tutto ciò potrà essere tollerato? Fino a quando la madre Terra sopporterà le ferite che le vengono inferte con ferocia inconsapevole dai suoi figli? Quando dunque ci risveglieremo alla Vita che è stata posta in noi come un puro seme d’Amore?

la_guerra_vista_dai_bambiniQueste sono le domande che leggo nello sguardo sgomento dei bambini palestinesi che ci interrogano con purezza di cuore, che ci guardano dal quel loro limpido cristallo in cerca del nostro, chiedendo: “Terra, terra… dov’è la mia terra?”. E mi sembra di udire una voce dentro di me che risponde: “Goccia, goccia, dove sei finita? Dov’è il tuo Oceano? Dove sono le altre “gocce” tue compagne?”.  Una “terra” estesa si espande nel nostro cuore. Una terra dove la natura è rigogliosa, dove i fiori e gli alberi sono guide e sono compagni della nostra anima. Solo laggiù, in quei luoghi incontaminati, possiamo trovare la pace, solo laggiù la nostra mente può essere educata alla saggezza del cuore, ed i nostri pensieri possono essere ripuliti dalle scorie del male.

Il “piccolo uomo” è assai abile nel trovare differenze, nel creare divisioni e distanze sia in ambito religioso sia politico, ma soprattutto economico. Egli non comprende d’essere “goccia” e come tale strettamente lagato all’altra goccia che gli sta a fianco. Egli non sa di essere immerso nello stesso Oceano e quindi di condividere l’identico destino delle infinite gocce che gli sono intorno e che sono parte del suo stesso essere, del suo “corpo cosmico“. Se lo sapesse opererebbe per eliminare le scorie ed i veleni insinuati dai propri pensieri egoistici, poiché la sua ricchezza o povertà è solo un’illusione che dura un “istante” nel tempo eterno del suo esistere. L’acqua del grande Oceano non è ferma, essa si muove in continuazione. Ora diviene onda lieve ora rovinosa mareggiata e può immergersi nelle torbide profondità degli abissi ma anche elevarsi nel raggio celeste del “bianco Sole“, poiché tutto si contiene nell’unico “Respiro dell’Universo“.

Operiamo quindi nella luce del sole, eliminando le distanze e le divisioni. Liberiamo le ali del nostro spirito interiore e permettiamo al nostro cuore di dominare le burrasche della mente, sicché la nostra goccia sappia gioire nella bonaccia come nella tempesta, stringendo fortemente le mani delle altre infinite gocce, affinché non si disperdano nell’interminabile “danza” del “divenire“.

Un abbraccio di anima e di cuore. Diventiamo pensieri.

Gabriele Frigerio

Lascia un messaggio

CMS: WordPress - Tema e Icone di N.Design Studio
Articoli RSS Commenti RSS Collegati