Una porta tra gli Infiniti

L'anima e la mente, il corpo e lo spirito 2 Commenti »

MIchelangelo dettaglio creazioneNel linguaggio sciamanico vi sono tre vie, o stati di coscienza, che definiscono l’essere umano e la realtà che lo circonda, e lo sciamano sa entrare in ciascuna di esse per trovare le risposte. La prima è il “Mondo di Mezzo“, e rappresenta la realtà fisica e materiale del corpo, nella quale vi è uno stato di coscienza che lo sciamano definisce “ordinario“, cioè legato alla percezione sensoriale e visiva che tutti conosciamo, in quanto ci viviamo quotidianamente. Questa è la via nella quale vengono utilizzati principalmente il corpo fisico e la mente, è un “cammino evolutivo” nel quale si condensano le qualità dell’anima che si mette alla prova in un percorso accidentato, la vita sul piano fisico, per un tempo stabilito.

Poi vi sono le altre due vie: il “Mondo di Sotto“, paragonabile a tutto ciò che vi è “dentro di noi”, nella “terra del nostro corpo”, le insondabili profondità dell’essere, ed il “Mondo di Sopra“, tutto ciò che vi è “fuori e al di là di noi”, lo spazio sconfinato fra ciò che possiamo toccare e l’infinito che si estende oltre il cielo e le stelle. Queste rappresentano due realtà “non ordinarie” per lo sciamano, perché vi si può accedere solamente con il “corpo sottile”, viaggiando cioè con un mezzo immateriale: l’anima, che può essere considerata come una sorta di astronave multisensoriale e multidimensionale, più potente di qualsiasi sonda spaziale che la Scienza possa inventare. Entrambe le vie hanno una vastità illimitata, poiché si estendono verso due altrettanti “infiniti” che paiono irraggiungibili, ma nei quali noi coesistiamo con un corpo più leggero, e con una coscienza ed una “Vista” ben più ampie. Questi due apparenti infiniti confluiscono tuttavia in “Uno” più immenso, che potremmo definire la “Reale Realtà“, ovvero il “Tutto” nel quale siamo immersi. Leggi il resto di questo post »

Il sonno delle menti

Terra, terra... dov'è la mia terra? 1 Commento »

guerinca Eppure sarebbe così semplice! La soluzione ai nostri enigmi è contenuta in un banale calcolo che ciascun uomo sulla Terra è in grado di fare. Non servono particolari alchimie matematiche, pareggi di bilancio, salite o discese dello spread, necessità di rilanciare i consumi per favorire la crescita, ed interminabili discussioni fra giornalisti, economisti e politici alla ricerca di soluzioni immaginifiche per le sorti del pianeta, o quant’altro ci viene propinato ogni giorno alla televisione dalle menti sopraffini. Non servono neanche i vessilli delle diverse culture o delle differenti religioni, per scoprire un po’ di Umanità e di Verità, per trovare la giusta via del “Ben-Essere” globale e individuale. Tutto questo mi pare un dialogo vuoto di menti dormienti.

Quanto spendiamo a livello mondiale in armamenti? Quanta energia, pensieri, studi, materie prime, inquinamento ed avvelenamento del suolo, distruzioni generalizzate di territori ed abitazioni dovute alle guerre, spreco di menti che inventano armi sofisticate, quotidiane uccisioni indiscriminate. L’elenco sarebbe certamente molto più lungo di queste poche righe, e se dovessimo, da capaci calcolatori, appuntarvi una cifra totale in fondo, credo che non basterebbero tutte le pagine di questo blog per contenerla. Leggi il resto di questo post »

Il mondo che verrà

2012 il Risveglio dei cuori 3 Commenti »

“…Il tempo arriva come un Suono che si avvicina. Dapprima è lieve, poi diventa forte, poi diventa travolgente come un’ONDA GIGANTESCA che risale dentro ciascun essere vivente. Aprite gli occhi! Ascoltate le “voci” che vi chiamano, le Voci che risuonano come campane battenti nel vostro cuore…” (“Silenzio Celeste”- messaggio 107)

Osservo gli avvenimenti, ascolto in silenzio. Le voci terrene si sovrappongono, si rincorrono, si insultano, si deridono, si feriscono. Ascolto e vedo il furore degli attaccamenti di coloro che “possiedono”, e lo smarrimento di chi ha perso ciò che aveva. Osservo le alchimie dei governi e dei politici che non trovano più la via per essere credibili, e lentamente vengono travolti dalle macerie che loro stessi hanno creato. Vedo l’inarrestabile sgretolarsi delle mura del mondo antico che pare avvicinarsi pericolosamente ai bordi di un precipizio. Ascolto e osservo con l’Occhio pulsante del cuore, e la mia Vista si apre, il mio respiro si fa profondo e sottile. Odo la brezza interiore che mi sale dalle radici. Odo il Silenzio Celeste che risuona come un’Onda Chiara che si dilata nell’anima e si espande nei pensieri, e tutto ciò che è esterno si ferma. Tutto tace, tutto appare nella sua dimensione vacua e illusoria.

Di fronte all’immensità del cuore la realtà intricata del nostro mondo non è che polvere nella mente, convulso pensiero che si smarrisce, vuoto echeggiare di parole senza forza, parole grigie che paiono evaporare dai pensieri. Nel Silenzio mi pare di udire il gorgoglio delle acque turbolente che si avviano all’inevitabile salto nel vuoto. Le nostre menti sono avvolte in un buio fitto che toglie sonno e respiro. Cosa ci aspetta? Cosa succederà? In quale mondo ci sveglieremo domani? Leggi il resto di questo post »

Pace e Armonia: il Suono e la Saggezza dell’Anima

La sacra geometria dell'anima 3 Commenti »

PACE… ARMONIA… PACE… ARMONIA…” Provate a ripetere queste parole abbandonandovi al silenzio delle vibrazioni che emanano. Accoglietene il suono fino a riempire la coppa della vostra essenza. Poi lasciatevi inondare dall’onda che risale dalle vostre radici e giunge a sfiorare la mente. Provate ad udire la sottile melodia che si espande intorno a voi, e vibrate con essa. Lasciatevi permeare da questo fluido di energia vitale. Questo è il Raggio Celeste che risuona in voi e sintonizza il vostro corpo sulle frequenze cosmiche dell’Amore e della Conocenza, avvolgendovi in una rete di energia che rischiara i colori della vostra aura. Vi sentirete risanati e limpidi come un cristallo, ed il vostro corpo emanerà una luce sottile.

La sacra geometria dell’Anima compone le forme armoniche dei pensieri e distende lo sguardo sul grande Oceano dell’esistenza. Noi siamo acqua, e come tale sentiamo i cristalli scintillare nel profondo del nostro essere, che si dilata e si espande come lo stesso Oceano che ci contiene. Noi siamo Oceani d’Amore immersi in un Oceano di Luce. Leggi il resto di questo post »

Un pianeta fuori rotta. Come salvarlo?

2012 il Risveglio dei cuori 1 Commento »

Quanta pena mi prende nell’osservare la deriva del nostro Paese ed il pervicace attaccamento al potere di quel piccolo personaggio che tutto dirige, e della gran parte dei politici che strepitano, ringhiano, sorridono, intascano, si auto assolvono, promettono, brindano… Che pena nell’osservare i tanti che si aggrappano agli averi e solo a quelli, sordi al richiamo interiore dell’anima, e tristi per il vuoto che sentono dentro. Che pena vedere la miseria degli indigenti che si aggirano ai margini delle metropoli, quelli davvero soli e senza un soldo. Che pena osservare ogni giorno la grande massa di persone che corre a destra e sinistra con le sue automobili, disorientata ed ignara del proprio destino, cieca e sorda alla mirabile realtà cosmica che la circonda. Che tristezza, che orrore, davanti alle guerre quotidiane, alle distruzioni pianificate della vita e della natura. Che pena constatare l’ignoranza e la piccolezza delle menti che si chiudono la porta dietro le spalle, paghe della propria illusoria sicurezza, del misero orticello, mentre tutto fuori comincia a crollare.

MA DOVE STIAMO ANDANDO? DOVE PENSIAMO DI ARRIVARE? QUALE BARATRO CI STA ASPETTANDO? Leggi il resto di questo post »

CMS: WordPress - Tema e Icone di N.Design Studio
Articoli RSS Commenti RSS Collegati